Vendere Casa da Privato: 4 Consigli Utili

Quando si vende casa da privato è importante tenere a mende che l’affare si conclude in due. Se chi vende vuole guadagnare, chi compra è interessato a risparmiare il più possibile: un prezzo è da considerarsi adeguato quando soddisfa entrambe le parti.

Per chi vende ci sono quattro aspetti da tenere bene a mente:

1. Separa l’aspetto sentimentale da quello economico. Molto spesso si tende a dare un plus valore alla casa in cui si abita per motivi affettivi, che ci porta a ritenere offensive offerte più basse di quella ipotizzata in partenza. E’ un errore in cui è facile cadere e che va assolutamente evitato, rimanendo sempre ancorati a valutazioni economiche ben precise. Un’offerta, anche se bassa, è comunque una dimostrazione di interesse per l’immobile ed è pur sempre una base di partenza per avviare una trattativa.

2. Non rivelare mai a nessuno il prezzo minimo auspicato. Chiedere ai potenziali acquirenti di fare un offerta e non partire da quel minimo che si vorrebbe ricavare dalla vendita della casa è sempre una buona prassi. Questo evita di cadere in un pericoloso balletto al ribasso.

3. Valuta attentamente chi fa l’offerta. Chi mostra interesse per la nostra casa non deve piacerci per forza, ma deve assolutamente dimostrare di avere la capacità economica di poter permettersi l’acquisto. Se l’acquirente ha necessità di contrarre un mutuo, conviene valutare ancor prima del compromesso la sua posizione economica, per capire se ha tutte le credenziali in regola per ottenere il finanziamento.

▼ Prosegui lettura ▼

4. Esalta i pregi della tua casa. Tutti gli aspetti positivi della casa possono aiutare a giustificare il prezzo richiesto, così come a convincere il possibile acquirente che si tratta della casa che fa al caso suo e che non deve farsi sfuggire l’affare della vita. Tra i possibili “punti di forza” di un immobile ne ricordiamo alcuni:

- la disposizione razionale e pratica delle stanze
- la qualità dei materiali di costruzione
- la struttura antisismica
- la certificazione degli impianti a norma di legge
- l’alta classe energetica, che comporta un notevole risparmio sulle bollette
- la luminosità delle stanze
- il buon isolamento termico
- lo stato degli infissi, dei pavimenti, pareti e sanitari
- la possibilità di godere di un buon panorama
- la presenza nel condomino di famiglie tranquille
- le basse spese condominiali
- lo stato ottimo dello stabile
- la presenza di un garage o posto auto
- la facilità di parcheggio per altre auto
- la disponibilità di un giardino o di spazi condominiali
- la vicinanza alle strade di collegamento principali
- la presenza nei dintorni di aree verdi, impianti sportivi, scuole, uffici, negozi e centri commerciali
- la lontananza da locali e ritrovi chiassosi e caotici
- l’assenza nelle vicinanze di fabbriche o attività che possano recare fastidio con rumore, cattivi odori, traffico di mezzi pesanti, tratti ferroviari

Per capire quali siano i pregi della nostra casa, un esercizio utile può essere il ricordarsi quali motivi ci hanno spinto a comprarla, nonché il capire quali vantaggi o comodità si perderanno lasciandola. Analizzando attentamente tutti questi aspetti spesso ne scopriamo di nuovi, che tendiamo a dare per scontati: se valorizzati e trasmessi con entusiasmo e convinzione al potenziale acquirente, potranno essere determinanti.

Hai un immobile da vendere?
Vendi la tua casa con DalProprietario.it

Share
This entry was posted in Compravendita, DalProprietario, Guide, Mercato Immobiliare, Vendita Diretta, Vendita Diretta Immobili and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>