Mutui, segnali ancora positivi: aumentano richieste e capitale concesso

Arrivano dati positivi da Barometro Crif e Banca d’Italia sul fronte dei mutui per l’acquisto di un’abitazione. Il primo ha registrato un incremento dell’11,6% di richieste da parte delle famiglie italiane nei primi nove mesi dell’anno; la seconda, un significativo +28,5% nel complessivo erogato (oltre 13 milioni di euro) nel secondo trimestre 2016. Entrambe le variazioni positive sono in rapporto allo stesso periodo del 2015. Da sottolineare anche che una richiesta su tre proviene dagli under 35, segno che i giovani stanno lentamente tornando a comprar casa, potendosela permettere anche grazie agli incentivi studiati per loro.

I dati del Barometro Crif mettono in evidenza come si stia lentamente tornando ai valori pre-crisi. Questo grazie alle surroghe, ai bassi tatti d’interesse, ai bassi prezzi degli immobili e alla riduzione degli indicatori di rischiosità del credito alle famiglie, con il tasso di default a 180 giorni che a marzo 2016 è sceso all’1,5%, il livello più basso degli ultimi 4 anni.

Riguardo all’importo medio richiesto, a settembre 2016 si è attestato in prossimità dei 123mila euro, +2% rispetto a settembre 2015. Quattro richieste su cinque riguardano mutui di importo inferiore ai 150mila euro, quasi una su quattro (23,8%) mutui di durata fra i 16 e i 20 anni.

▼ Prosegui lettura ▼

Nel secondo trimestre 2016, le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per complessivi 13.223 milioni di euro. Il Bollettino Statistico III-2016 pubblicato dalla Banca d’Italia rivela anche che le erogazioni sono in aumento da due anni e per il quinto trimestre consecutivo superano i 10 miliardi di euro.

Si tratta di un trend più che positivo, confermato sia dalle variazioni mensili sia da quelle a sei mesi. Ad esempio il saldo semestrale, rispetto allo stesso periodo 2015, segna un aumento dei volumi pari a +39,6% (6.888 milioni di euro).

Share
This entry was posted in Andamento, Mutui, Prima Casa and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>